[ Quanto è importante l’esfoliazione del corpo? ]

Sai che esiste una cura del corpo giornaliera o settimanale
che può essere facilmente seguita da casa che ti aiuta a
migliorare l’aspetto della pelle e anche ad incrementare
l’eliminazione delle tossine, attenuando anche i disturbi digestivi??
Premettendo che il mio primo consiglio è di non smettere di coccolarti
i nei periodi di stress e ti invito a sottoponiti almeno una volta ogni
30 gg ad un trattamento professionale corpo, nel tuo istituto di bellezza.
Ma intanto come puoi mantenere la tua pelle esfoliata a casa?
Dedica del tempo al brushing!
Lo sai che ogni giorno attraverso i pori si eliminano
circa 0,5 kg di prodotti di scarto?
Perciò occorre prendersi cura della pelle, così il brushing
aiuta l’epidermide respirare, pulendo i pori e migliorandone l’aspetto.
Stimola anche il sangue e la circolazione linfatica
garantendo un’ottima  escrezione di scorie dalle
cellule e aiutando ad attenuare la ritenzione idrica.
Usate una spazzola di setole naturali o una spugna naturale
non bagnate la pelle ed evitare il viso che è una zona molto delicata.
Le spazzolate devono essere lunghe sicure e dirette
verso il cuore, dedicate 5 minuti al giorno al brushing a secco
della pelle seguendo questa sequenza:
  1. Inizia dai piedi e sali lungo il corpo, spazzola entrambi
i lati del piede e delle gambe;
  1. Fai il brushing verso il cuore e sul petto, spazzola delicatamente
l’addome con movimenti circolari (se fatti in senso orario
seguiranno il flusso dell’ intestino);
  1. Alza un braccio alla volta e spazzola la mano fino all’ascella;
  1.  Spazzola la schiena dalle natiche al collo.
Alla fine avvertire un pizzicore e un certo calore dovuti
proprio alla stimolazione della circolazione.
Spazzolati ogni giorno è presto avrai una pelle più liscia e più morbida!
Un piccolo segreto…chiedi alla tua consulente un prodotto
adatto a combattere il tuo inestetismo e applicalo dopo il brushing.
La pelle è più reattiva e pronta ad assorbire tutte le proprietà della crema su misura per te!
Giulia, la tua Beauty Specialist.

[ Quanto è calda l’acqua con cui ti lavi il viso ? ]

Un luogo comune diffuso, ma sbagliato, sostiene che l’acqua calda apra i pori e che quella fredda li richiuda. In realtà, i pori non hanno affatto questa capacità apri-e-chiudi e anche se l’acqua calda può avere un effetto piacevole sulla pelle, anzi, usarla in abbinamento a un prodotto detergente rischia di “sciogliere” il sebo.

Uno tra i consigli di bellezza più importanti riguarda proprio l’utilizzo dell’acqua.

Forse qualche volta ti sei chiesta se per lavare i capelli o struccarti sia meglio utilizzare l’acqua calda piuttosto che quella fredda. Nella routine quotidiana, infatti, è importante non solo il tipo di acqua che utilizziamo, ma soprattutto a che temperatura la adoperiamo.

Iniziamo subito col dire che l’acqua calda va assolutamente evitata, sia per la cura della pelle che dei capelli: l’acqua calda, infatti, crea non pochi disturbi alla nostra pelle, soprattutto se è particolarmente sensibile. Specialmente se la utilizzi costantemente, perché magari sei convinta che sciolga meglio il trucco e dilati i pori in modo da pulire la pelle in profondità, è il caso che tu cambi le tue abitudini altrimenti potresti causare danni alla tua pelle, di cui forse non ti accorgerai nell’immediato ma a lungo andare saranno di sicuro più visibili.

L’acqua calda può infatti causare la comparsa di:

  •   Pori dilatati: il calore dell’acqua dilata i pori, ma non serve che tu utilizzi l’acqua calda in modo da pulire il viso più a fondo. Se vuoi farlo è più adatto il vapore, che produce lo stesso effetto ma non ha le controindicazioni dell’acqua calda a diretto contatto sul viso.
  • Rossori diffusi e capillari in evidenza: così come dilata i pori, l’acqua calda tende a dilatare pure i capillari, facendo comparire sul tuo viso rossori e capillari spezzati in evidenza. L’utilizzo è più rischioso naturalmente per chi ha la pelle sensibile.
  • Pelle secca, grigia e opaca: l’uso abitudinario di acqua troppo calda farà apparire la tua pelle ingrigita e spenta, perché l’impatto sul viso provoca un effetto altamente disidratante. Dopo un po’ vedrai la tua pelle secca e non più luminosa. Lo stesso vale per la pelle del corpo. Se invece, al contrario, hai la tendenza ad avere la pelle grassa, dilatando i pori non farai altro che aumentare la produzione di sebo e dunque peggiorare la situazione.

 

Quindi è sempre bene che l’acqua che utilizzi tutti i giorni sia fredda o al massimo tiepida

Giulia, la tua Beauty Specialist.

[ Pelle del viso Senza tono? ]

A tutte noi è capitato di vedere il nostro viso spento e senza luce. A te è successo? Se vuoi capire come avere sempre una pelle luminosa questo articolo fa al caso tuo.

C’era una volta una pelle del viso atona…

La pelle grigia e priva di tono si presenta con segni di svuotamento, cedimento, minore compattezza ed elasticità, colorito spento.

Spesso su questa tipologia di pelle riscontriamo la presenza di rughe più o meno profonde che sono causate dal modo in cui la nostra pelle invecchia.

  • La prima causa può essere il cronoinvecchiamento, ovvero tutti quei fattori che sia attivano con il passare del tempo, che rendono la pelle sempre più sottile e priva di idratazione. Il rallentamento del metabolismo cellulare dovuto passare del tempo e dalla diminuzione di estrogeni influiscono negativamente sul tessuto cutaneo.

 

E sai cosa succede ad una pelle più sottile? Succede che il nostro viso perde gradualmente la capacità di difendersi dagli agenti esterni               ambientali e climatici.

 

  • Un altro fattore è il fotoinvecchiamento, causato dagli agenti atmosferici, in prima battuta dal nostro amico sole.

I raggi solari sono reponsabili di oltre 80% delle macchie e degli inestetismi che troviamo sulle pelli più o meno mature.

La foto esposizione produce un invecchiamento precoce, stimolando la produzione di radicali liberi. La mancanza di adeguata  prevenzione, lo stile di vita, le condizioni ambientali, il fumo, l’alimentazione sregolata sono tutte concause che producono una quantità di alterazioni a livello dermico ed epidermico che il nostro organismo fatica ad affrontare senza un supporto esterno adeguato.

Risultato? Cute più spessa, infiammata e solcata da rughe profonde.

Sai cosa devi fare per combattere queste cause e rallentare l’invecchiamento della tua pelle?

Utilizza cosmetici professionali consigliati da esperti nel settore dopo una diagnosi avanzata, l’esperienza e la conoscenza nel campo sono fattori imprescindibili per permetterti di utilizzare il cosmetico su misura per te che ti permetterà di:

– Stimolare il rinnovamento dell’epidermide
– Levigare le rughe
– Stimolare la sintesi di fibre elastiche e collagene
– Favorire la microcircolazione e l’ossigenazione dei tessuti
– Prevedere un’azione antiossidante completa che blocchi i danni dei radicali liberi
– Idratare continuamente e in profondità

Le azioni quotidiane prevedono:
– Detersione delicata e fisiologica
– Crema da giorno ad azione idratante, riparatrice, catabolica, ossigenante, antiossidante
– Crema da notte ad azione stimolante e rinnovatrice
– Periodicamente maschere con sieri e prodotti ad azione profonda di supporto dermico

La prevenzione è l’arma vincente!!

I principi attivi funzionali per la prevenzione e il trattamento dell’invecchiamentocutaneo sono:
– ALOE VERA
– Isoflavoni, Flavoni
– Resveratrolo
– Peptidi E Amminoacidi
– Minerali
– Vitamine E + C + A

A presto con il prossimo articolo!

Giulia, la tua Beauty Specialist.

 

[ Perché è così importante il contorno occhi? ]

 

SE ANCHE TU TI SEI SEMPRE DOMANDATA A COSA SERVA NELLO SPECIFICO UN CONTORNO OCCHI, DOVRESTI LEGGERE QUESTO POST…

Quante volte ti è capitato di acquistare una crema viso e sentirti dire:” signora le consiglio anche il contorno occhi della stessa casa cosmetica..”

 

Ma perchè il contorno occhi è così importante?

La nostra pelle, nella delicata zona del contorno occhi, richiede attenzioni specifiche.

É un’area povera di ghiandole sebacee, quindi, piú secca e disidratata di altre zone del viso, sottile, sensibile ai raggi solari, sollecitata costantemente dai muscoli mimici dell’occhio.

Per questi motivi la pelle del contorno occhi è predisposta ad un invecchiamento precoce!

 

Come evitare tutto questo? Come migliorarne l’aspetto estetico?

Per prima cosa, è fondamentale mantenere la corretta idratazione, ripristinando la giusta quantitá di acqua e grassi, grazie ai quali la pelle, non solo sará piú elastica , ma resisterá maggiormente agli agenti esterni ( freddo, sole, vento).

Al tempo stesso è importante prevenire e migliorare le piccole rughe d’espressione, con attivi biocompatibili, capaci di mantenerne inalterata nel tempo la qualitá.

Occhi stanchi e borse sotto gli occhi, spesso, sono il risultato non solo di uno stile di vita inadeguato, ma di una fragilitá o di un’eccessiva sollecitazione di una zona cosí delicata!!

Prendersene cura in modo adeguato, ci aiuta a rinforzarla e a mantenerla nel tempo, sana, idratata, distesa e priva di inestetismi precoci!!

 

E lo sai perchè la crema idratante che usi per il tuo viso non è adatta al contorno occhi?

Il nostro viso è pieno di follicoli e le creme che usiamo si definiscono trans-follicolari proprio perchè utilizzano questi ultimi come vettore per penetrare la pelle…e, guarda, guarda, il contorno occhi è una zona priva di follicoli!

Come fa una crema viso a penetrare nel contorno occhi se lì non esiste un mezzo di trasporto per andare in profondità???

Scegliete un contorno occhi specifico e transdermico. Costano un po’ di più, ma conviene comunque, piuttosto che utilizzare una sola crema che in quelle zone è come se andasse buttata!

 

Ecco svelato il mistero dell’importanza del contorno occhi.

 

A presto!

Giulia,

la tua consulente di bellezza.

 

[ Attenzione all’esposizione! ]

SE ANCHE TU COMMETTI UN GRAVE ERRORE ALLE PRIME ESPOSIZIONI SOLARI, DOVRESTI FARE TESORO DI QUELLO CHE TROVERAI SCRITTO QUI…

 

Sapevi che la maggior parte dei danni alla pelle avviene proprio in occasione della prima esposizione solare della stagione?

 

Come è possibile?!

 

Tutti i cosmetici hanno una scadenza, ovviamente anche le protezioni solari.

Su tutte le confezioni cosmetiche troviamo il simbolo di un barattolo aperto con un numero (chiamato PAO period after open); quel numero rappresenta i mesi di durata del cosmetico dal momento dell’apertura, conservato in condizioni ottimali.

 

(Ah per ottimali s’intende non al caldo dentro la borsa mare in spiaggia come la crema che l’estate scorsa non hai terminato e conservi nel pensile del bagno)

 

Capita quindi di spalmarsi proprio nelle prime esposizioni, una protezione solare che ha subito degli stress, dove i vari filtri protettivi e principi attivi non sono più così freschi e funzionali come quando sono stati confezionati…. sicuramente hanno perso in parte o totalmente le loro caratteristiche… e decidiamo di applicarlo proprio quando la pelle è super esigente!!!

 

Risultato: forte arrossamento persino scottatura, consecutiva spellatura, pelle che si ricorderà di questo giorno al mare in modo alquanto negativo (macchie, invecchiamento solare, predisposizione a future scottature, ecc)

 

Ecco perché parlo di “grave errore”.

 

Sai cosa potresti fare per mantenere il tuo viso luminoso e senza macchie? senza rinunciare ad un velo di abbronzatura??

 

1) se compri una crema solare e non la termini quando ti esponi al sole, cerca di finirla usandola come una classica crema idratante nel periodo autunnale.

 

2)Inizia sempre la stagione sole con un prodotto nuovo, preferendo almeno inizialmente un’ alta protezione. E’ fondamentale alle prime esposizioni!

 

3) se prima di esporti al primo sole ci metti pure una bella esfoliazione in Istituto, e proteggiti dai raggi uv. Sarai sicura che con la protezione giusta, che penetra nella tua pelle in profondità, il tuo viso sarà pronto per un’abbronzatura perfetta!!!!

 

Tre azioni semplici che ti eviteranno di fare il solito e pericoloso errore con il sole.

La Tua Consulente di Bellezza,

Giulia